Dall’Associazione A.L.E.C l’appello per una nuova sanatoria e maggiori incentivi per invalidi ad assumere una badante

Pubblicato da Alfonso Angrisani nella categoria Articoli il 02/03/2016ultimo aggiornamento il 02/03/2016

Articolo pubblicato il 13 Agosto 2015 - Gazzetta di Napoli

...

Il presidente dell’Alec Alfonso Angrisani  lancia un appello alle istituzioni  e chiede di intervenire   tramite un emendamento legislativo che dia la possibilità  lavoratori e famiglie di  regolarizzare  rapporti domestici al nero  chiedendo altresì di provvedere tramite l’adozione di  misure concrete che diano un contributo a  nuclei familiari aventi componenti  invalidi  per assumere una badante.Questo appello è nato da un lavoro  durato tutto l’anno da parte dell’associazione Alec a fianco  dei lavoratori  del comparto domestico ed a fianco degli invalidi civili , nel corso di questi mesi ci siamo resi conto delle enorme difficoltà che vivono sulla pelle i tanti lavoratori domestici e le famiglie  che devono fronteggiare i costi  per l’assunzione dei lavoratori.

Oggi giorno in italia abbiamo circa  un milione di colf e badanti in italia dove la maggior parte di esse lavora senza una copertura previdenziale ed assicurativa, questa cosa non fa rumore  e molte volte questa problematica non viene affrontata dai mass media di livello nazionale e locale, molte famiglie trovano tante difficoltà non solo di carattere economico ma anche di livello burocratico per assumere una badante, quante volte ci troviamo di fronte a lavoratrici che sono prive di permesso di soggiorno e cercano un modo per regolarizzare la loro posizione e quante volte molte lavoratrici comunitarie trovandosi prive di contratto non hanno diritto al medico di base. Dopo una serie di valutazioni e di osservazioni  appare auspicabile  un intervento che poggi sui seguenti punti

 

1)      Provvedere quanto prima ad un intervento legislativo che dia la possibilità alle   colf e badanti di poter regolarizzare la loro posizione  con il permesso di soggiorno  e con i contributi  Inps come gia è avvenuto nel 2009 e nel 2011  , considerato che ci sono  tante lavoratrici  in italia senza permesso di soggiorno  , che lavorano nelle famiglie italiane ,  alle quali diventa impossibile procedere ad un assunzione lavorativa.

2)       Una maggiore detraibilità e deducibilità dei contributi di lavoro domestici .

3)       Un bonus per gli invalidi civili per assumere una badante.

 

Si precisa che suddette misure  potrebbero rappresentare nuove entrate per le casse dello stato , inoltre l’Associazione Alec discuterà anche di questi temi  nel corso di due eventi che ci saranno a Salerno  nel corso di un dibattito pubblico che avrà come il tema l’invalidità  che si svolgerà nel Salone del Gonfalone  ed a Napoli nel corso di un convegno con gli esperto del diritto dell’immigrazione e di un nutrito gruppo di consoli che lavorano in campania che si svolgerà nella Complesso monumentale di San Severo al Pendino .

 

 

 

 

 

Condividi

Lascia un commento