La linea ferroviaria Napoli-Salerno come itinerario turistico

Pubblicato da Alfonso Angrisani nella categoria Articoli il 20/01/2018

Articolo Pubblicato il 15 Gennaio 2018 - Gazzetta di Napo

a cura di Zeneida Sierra  Osss e Managament del Turismo –  Alec -Network della disabilità

Prendendo in considerazione alcune esigenze di famiglie monoreddito,anziani, studenti,invalidi  e lavoratrici straniere , attraverso la presente rubrica cerco di indicare consigli pratici  alle persone con una mobilità ridotta, ed alle famiglie che non hanno adeguati mezzi economici per fronteggiare un viaggio lungo e dispendioso.

Allora questa volta parliamo della linea ferroviaria Napoli – Salerno via Nocera, una delle più antiche d’Italia che costeggia il mare, e risulta suggestiva in molti posti dove quando le condizioni climatiche lo permettono si possono vedere Capri, Ischia, la penisola Sorrentina, Capo Miseno, i palazzi di Lungomare Caracciolo, Castel dell’Ovo, ed addirittura  Pizzo Falcone.La sopraindicata tratta ferroviaria risale al secolo XIX,  e fino a pochi anni fa era interessata dai convogli ferroviari che percorrevano la tratta Roma –Reggio Calabria.

Adesso illustriamo i nomi delle stazioni e diamo consigli su monumenti chiese ed altro posti nelle vicinanze dei singoli scali ferroviari  partendo da Napoli ed arrivando a Salerno.

 

Stazione di San Giorgio Pietrarsa, si consiglia di visitare il Museo Ferroviario( al quale abbiamo dedicato un articolo).

Portici -. Ercolano ubicata a pochi passi dal suggestivo porto del Granatello, risulta vicino anche al Comune di Ercolano dove è possibile visitare gli scavi,la basilica di Santa Maria del Pugliano,Villa Campolieto.

Torre del Greco la stazione ferroviaria sorge, in prossimità del mare è possibile godersi un  bel paesaggio, si consiglia di vistare il bellissimo Centro di Torre del Greco, la basilica di Santa Croce, il Museo del Corallo presso l’istituto statale Francesco Degni, il museo del corallo/ collezione privata Liverino, il museo della Marineria ubicato proprio nello scalo ferroviario. Si ricorda che il poeta italiano Giacomo Leopardi ha vissuto a Torre del Greco.

Torre Annunziata Centrale  nel comune di Torre Annuziata si consiglia di visitare gli scavi di Oplonti, ed il centro cittadino in particolare le vie Corso Umberto, Via Alfani, Via Vittorio Veneto, ed altre strade limitrofe con le bellissime Chiese.

Pompei località turistica di interesse internazionale per l’area archeologica che dista 1,2 km  dalla stazione e per il bellissimo Santuario che dista poche centinaia di metri dallo scalo ferroviario.

Angri Si consiglia di visitare il Castello e palazzo Doria, la collegiata di San Giovanni Battista, la chiesa di Santa Maria di Costantinopoli,chiesa di Santa Caterina Alessandrina Vergine, la chiesa di San Benedetto.

Pagani Si consiglia di visitare la Basilica Pontificia di Sant’Alfonso Maria dei Liguori,Santuario della Madonna delle Galline.

Nocera Inferiore. Meritano una visita la Chiesa di San Matteo, la chiesa del Monastero di Santa Chiara, Basilica di San Prisco,Piazza Armando Diaz e strade limitrofe.

Nocera Superiore tra i luoghi di interesse storico ed artistico si segnalano il Battistero Paeleocristiano di Santa Maria Maggiore, i resti del teatro ellenistico di Nuceria Alfaterna, in localita pareti.

Cava dè tirreni a pochi passi vi è un centro bellissimo con il Duomo, i portici, la villa comunale,il Complesso di San Francesco, la  chiesa di Santa Maria dell’Olmo ed altre chiesette piccole antiche che sorgono nelle caratteristiche viuzze.

Vietri sul Mare a circa cinquanta metri dallo scalo ferroviario è possibile visitare il centro, con i negozi di ceramica, il Duomo di San Giovanni, l’oratorio dei Salesiani e la bellissima Villa Comunale che si affaccia sul mare .

Salerno Duomo è la stazione che sorge nelle vicinanze del Duomo e del centro antico della città.

Salerno  è il punto di arrivo del nostro itinerario  è possibile visitare il bellissimo Lungomare,  il Corso Vittorio Emanuele, il centro Storico con il Duomo, musei botteghe e chiese, la Villa Comunale e  tanto altre attrattive.

Condividi

Lascia un commento